Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

04/09/2009
Casale M.to, prosegue la bonifica dell'amianto.

Come si ricorderà nel 1997 il Ministero dell'Ambiente aveva identificato come “area critica di Casale Monferrato”il territorio corrispondente al perimetro dei 48 Comuni della circoscrizione dell'ex USL 76 corrispondente ad un'area di 738 Km2 e interessati alla bonifica di materiali contenenti amianto.

Una stima previsionale fatta allora aveva dato come risultato 1 milione di metri quadrati di materiale da rimuovere.
Le bonifiche sono iniziate sul patrimonio pubblico nel 1998 e sulle proprietà private nel 2005.
Per quanto riguarda il patrimonio pubblico tra il 1998 e il 2007 sono stati bonificati in totale 125.000 mq. di coperture in cemento-amianto.
La gestione invece della bonifica di coperture private organizzata dal Comune di Casale, si esplica mediante bandi a periodicità biennale che incentivano la rimozione mediante contributi da erogare ai cittadini a parziale rimborso (max. 50%) delle spese sostenute, per 30 Euro al mq.
Le bonifiche poi vengono distribuite nel tempo in un periodo di almeno 5 anni, finanziando le richieste a partire dalle situazioni a maggior punteggio di rischio.
Per il bando del 2005 sono sono state presentate 1085 domande per mq. 489.301,19 mentre per il bando del 2007 le domande presentate sono state 549 per mq. 291.154,94 che sommati a quelli del 2005 e a quelli del patrimonio pubblico portano a circa 905.000 il totale generale dei metri quadrati contenenti amianto dei quali 315.000 sono già stati “trattati”.
Su questi dati finora presi in esame si inseriscono quelli recentissimi relativi al terzo bando del 2009 per il quale sono state presentate 491 domande per un totale di circa 245.000 mq. portando così il totale dei mq. a 1.150.000 .
L'impegno finanziario per questi tre bandi ammonta a 26,4 milioni di Euro. Per le coperture è stato necessario redigere una graduatoria assegnando un punteggio alle richieste che tiene conto del maggior indice di rischio.
Con i fondi attualmente a disposizione per il bando 2009 potranno essere finanziate le richieste con punteggio pari o maggiore di 15.
Contestualmente sono state revisionate le graduatorie precedenti: con i fondi attualmente a disposizione potranno essere finanziate le richieste del bando 2005 con punteggio di 12 e del bando 2007 con punteggio di 14. “
Calcolando il delta tra le domande presentate nel 2005 (1085) e quelle presentate nel 2007 (549) ritenevamo di trovarci di fronte ad un trend fortemente in calo” è stato il commento dell'assessore all'ambiente Vito De Luca. “Invece il numero di domande (491) pervenuteci con il terzo bando ci fa pensare di non essere così vicini ad una soluzione del problema.
Poiché nel programma di governo di questa amministrazione è stato scritto a chiare lettere di voler portare a termine la totale bonifica da amianto, mi auspico di avere dai soggetti pubblici e privati la più ampia collaborazione per estirpare questo male che ha così pesantemente segnato la nostra Città e i suoi cittadini.
Esorto quindi tutti a segnalare quanto prima contattando lo Sportello Unico Amianto del Comune (0142-444.211) ogni residuo ancora giacente di amianto per poterci dotare in maniera definitiva dei finanziamenti necessari per raggiungere questo traguardo tanto auspicato” ha concluso De Luca.




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.