Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

21/07/2009
I carabinieri arrestano undici persone in due giorni.

Il 20 luglio, i Carabinieri di Voltaggio alle 2 della notte scorsa, mentre stavano svolgendo un servizio perlustrativo di vigilanza del territorio al fine di prevenire e reprimere i reati contro il patrimonio, arrestavano in flagranza per furto aggravato, violazione di domicilio e danneggiamento RUSU Joan (foto in basso a sinistra), nato a Pingarati (Romania) il 20 settembre 1980, residente a Mombaruzzo (AT), via Savona n.15, celibe, operaio, pregiudicato.
L'interessato in evidente stato di ubriachezza, dopo essere stato allontanato dall'abitazione di una connazionale 45enne domiciliata in Arquata Scrivia, alla quale sottraeva due telefoni cellulari, mediante un'asta d'acciaio sfondava la porta finestra dell'appartamento riuscendo ad introdurvisi nuovamente, danneggiando i mobili e suppellettili vari.
La refurtiva è stata recuperata e restituita all'avente diritto.
L'arrestato è stato trattenuto nelle camere di sicurezza di quell'Arma in attesa del rito direttissimo.

Sempre ieri, 20 luglio, i Carabinieri di Alessandria denunciavano in stato di libertà per rifiuto di indicazioni sulla propria identità personale e resistenza a pubblico ufficiale una 23enne cittadina nigeriana, residente in Alessandria.
L'interessata fermata e sottoposto a controllo da parte dei militari operanti, in concorso con altra persona al momento sconosciuta, dopo aver tentato di darsi alla fuga, si rifiutava di fornire le proprie generalità, opponendosi al riconoscimento e strappando dalle mani degli operanti i documenti di identità.

Ancora ieri i Carabinieri di Alessandria denunciavano in stato di libertà per inosservanza al foglio di via obbligatorio una 18enne cittadina rumena, in Italia senza fissa dimora, nubile, disoccupata, pregiudicata.
L'interessata fermata e controllata dal Carabiniere di quartiere della Stazione CC di Alessandria Cristo risultava inosservante alla misura del divieto di ritorno nel Comune di Alessandria.

Il 20 luglio 2009, i Carabinieri di Capriata d'Orba (AL) prontamente intervenuti per sedare una lite scaturita fra alcuni artigiani edili, arrestavano in flagranza per lesioni personali gravi PILEGGI Giuseppe (foto in alto a destra), nato a Maida (CZ) il 9 luglio 1955, ivi residente, via Amendola n. 24, coniugato, pensionato e PILEGGI Antonio (foto in alto a sinistra), nato a Rheinfelden (Svizzera) il 29 ottobre 1981, residente a Pozzolo Formigaro (AL), via Libertà n. 20, celibe, artigiano.
Gli interessati, in seguito al diverbio, colpivano ripetutamente con un'asta di ferro due artigiani edili che venivano successivamente ricoverati presso l'ospedale civile di Novi Ligure ove i sanitari, in seguito alle lesioni riportate, li giudicavano guaribili in giorni 30 e 10.
L'asta di ferro è stata successivamente sequestrata dai militari operanti.
Gli arrestati sono stati ristretti presso le camere di sicurezza dell'Arma di Novi Ligure in attesa del rito direttissimo.

Inoltre i Carabinieri di Alessandria denunciavano in stato di libertà per sottrazione di persona incapace una cittadina polacca 38enne, residente in Alessandria.
L'interessata si recava in villeggiatura nel paese nativo unitamente al figlio minorenne è senza giustificato motivo non faceva più ritorno nel luogo di residenza.

I Carabinieri di Viguzzolo (AL) denunciavano in stato di libertà per evasione un 26enne residente in Viguzzolo. L'interessato, già sottoposto al regime degli arresti domiciliari, nel corso di un controllo, risultava assente dal proprio domicilio.

i Carabinieri di Rivalta Bormida (AL) nel corso di un servizio preventivo arrestavano in flagranza per inosservanza al provvedimento di allontanamento dal territorio nazionale e mancata esibizione dei documenti di identificazione KERDACH Abderrazac, nato in Marocco il 1° gennaio 1981, ivi residente, in Italia senza fissa dimora.
L'interessato veniva sorpreso dai militari operanti privo dei documenti di identificazione.
Nel corso del successivo controllo lo stesso risultava clandestino sul territorio nazionale per non aver ottemperato all'ordine di allontanamento emesso nei suoi confronti dal Questore di Alessandria.
L'arrestato veniva trattenuto presso le camere di sicurezza dell'Arma in attesa del rito direttissimo.

Infine i Carabinieri di Occimiano (AL) a conclusione di articolate indagini, denunciavano in stato di libertà per furto aggravato in concorso i sottonotati cittadini albanesi: - due 20enni, domiciliati in Alessandria; - un 24enne, senza fissa dimora; - un 28enne, residente a Turbino (MI).
Gli interessati, nel periodo compreso tra il 4 aprile ed il 4 maggio 2009, unitamente ad altre persone, in corso di identificazione da parte dei militari operanti, nelle province di Alessandria e Brescia, si rendevano responsabili di molteplici furti commessi su auto in sosta ed ai danni di centri commerciali.




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.