Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

10/04/2009
Terremoto in Abruzzo, il Consiglio dei Ministri vara una nuova ordinanza.

Sostegno a lavoratori e famiglie, disposizioni in materia di scuola, sanità, fatture per la luce ed il gas e impiego delle forze armate in operazioni antisciacallaggio: questi in sintesi gli argomenti delle decisioni del Consiglio dei Ministri in favore delle popolazioni terremotate. Una serie di misure urgenti, disposte da un’Ordinanza di protezione civile, che vanno ad aggiungersi a quelle già adottate con i due Decreti e l’Ordinanza del 6 aprile 2009.

Lavoro – Per i lavoratori autonomi, anche del settore agricolo, è prevista la sospensione del pagamento dei contributi previdenziali, assistenziali e del premio delle assicurazioni contro infortuni e malattie professionali. Viene assicurata anche la continuità dei pagamenti da parte degli enti previdenziali e assistenziali.
Inoltre, per i titolari di rapporti di attività commerciali, produttive, agricole, artigianali e simili, che hanno dovuto sospendere l’attività per gli eventi sismici, è prevista un’indennità di 800 euro al mese. La misura riguarda anche i collaboratori coordinati e continuativi in possesso dei requisiti previsti dal decreto legge n.185 del 2008, all’articolo 19, comma 2.

Famiglie – A sostegno delle famiglie sfollate, il Governo assicura un contributo, fino ad un massimo di 400 euro, per la loro autonoma sistemazione. A questa somma, per le persone di età superiore ai 65 anni o diversamente abili, è previsto un contributo aggiuntivo di 100 euro. Inoltre, chi ha contratto un mutuo con gli istituti di credito potrà rinegoziarlo. Il terremoto èdefinito come causa di forza maggiore che autorizza questo provvedimento.

Scuola – Una disposizione del Governo assicura anche la prosecuzione dell’attività didattica nei territori sinistrati. Con rinvio ad un decreto del Ministro dell’istruzione, l’offerta formativa potrà essere adattata alle necessità degli alunni e del personale docente e non docente, sfollati.
Per permettere il rilascio dei titoli di studio, viene garantita, inoltre, la salvaguardia dell’anno scolastico in corso, che potrà avere una durata inferiore 200 giorni.

Farmaci – Varate anche alcune disposizioni in materia di sanità. I farmacisti pubblici e privati potranno infatti consegnare i medicinali a carico del Servizio sanitario nazionale, senza alcuna formalità, per garantire i trattamenti di patologie acute e croniche in atto al momento del terremoto.
Fornitura di energia – Per due mesi i termini di pagamento delle fatture per la fornitura di energia elettrica e di gas vengono sospesi. Allo scadere di questo periodo, potranno seguire nuove sospensioni, d’intesa tra l’Autorità per l’energia elettrica ed il Commissario delegato.

Forze militari – Per fronteggiare gli episodi di sciacallaggio e per il pattugliamento della zone colpite dal sisma, il Governo ha inoltre deciso l’impiego di 700 militari delle Forze armate. Il gruppo andrà ad aggiungersi alle Forze dell’ordine che stanno svolgendo attività di sorveglianza nel territorio.

Fondo per l’emergenza e donazioni – Infine, contestualmente alla riunione di Palazzo Chigi delle 11.40, il Ministro dell’economia e delle finanze, Giulio Tremonti, ha annunciato che la somma stanziata per l’emergenza è stata aumentata di 70 milioni di euro raggiungendo così il totale di 100 milioni di euro. Vengono istituiti inoltre tre conti correnti bancari sui quali versare, a favore delle popolazioni colpite, donazioni che verranno impiegate dal Dipartimento della protezione civile.

Il Dipartimento della Protezione Civile ha attivato tre conti correnti per le donazioni a favore della popolazione colpita dal terremoto.


CONTO CORRENTE
IBAN IT72U0300205207000401124180
Swift code BROMITR1708 (per donazioni dall'estero)
INTESTATO A:
Protezione Civile Nazionale - Emergenza Terremoto L'aquila
UNICREDIT BANCA DI ROMA
Agenzia Roma Cavour B

CONTO CORRENTE
IBAN IT23X0306905039100000000140
Swift code BCITITMM (per donazioni dall'estero)
INTESTATO A:
Protezione Civile Nazionale - Emergenza Terremoto L'aquila
INTESA SAN PAOLO
Filiale di Roma 06787

CONTO CORRENTE POSTALE NUMERO 95863023
IBAN IT-63-X-07601-03200-000095863023
INTESTATO A:
Protezione Civile Nazionale - Emergenza Terremoto L'aquila

I gestori di telefonia hanno attivato dal 6 al 30 aprile 2009 un numero per donare 1 euro inviando un SMS da telefono cellulare oppure 2 euro chiamando da rete fissa:
SMS SOLIDALE 48580






Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.