Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

20/03/2009
Pagamento delle cassa integrazione in deroga autorizzato dalla Regione.

La Regione ha autorizzato l’Inps a pagare la cassa integrazione straordinaria in deroga per i primi due mesi del 2009.
Lo ha annunciato è arrivato il 19 marzo dall’assessore al Welfare e Lavoro, Teresa Angela Migliasso: “Il pagamento è stato deciso nel corso delle riunione odierna della Commissione regionale per l’Impiego, in pieno accordo con le parti sociali e l’Inps del Piemonte. Le risorse necessarie saranno attinte dal residuo di spesa 2008 per la cassa in deroga, che ammonta a circa 2.700.000 euro, a cui si aggiungono i 10 milioni di euro di anticipo concessi dal Ministero del Lavoro alle Regioni più grandi colpite dalla crisi industriale. Potremo così soddisfare le numerosissime richieste pervenute dalle aziende piemontesi dal 1° gennaio 2009”.

Fino al 18 marzo erano pervenute 1.086 domande, riferite ad oltre 6.000 lavoratori, e il numero di richieste è destinato a crescere sensibilmente nei prossimi giorni. In un bimestre il numero di dipendenti coinvolto è pari a quello rilevato per l’intero 2008, segnale inequivocabile della condizione di grande disagio in cui versa il sistema economico piemontese.

“Mercoledì prossimo - ha aggiunto l’assessore - è fissato a Roma un incontro tra il ministro Sacconi e gli assessori regionali al Lavoro, in cui chiederemo al Governo di erogare al più presto un nuovo anticipo per poter continuare a pagare la cassa integrazione in deroga dei prossimi mesi”.

La cigs in deroga, gestita operativamente dalla Regione, che riceve le domande e autorizza la sede Inps di Torino alla liquidazione diretta delle spettanze, riguarda le aziende artigiane e industriali con meno di 15 dipendenti, che di norma non possono accedere alla cassa integrazione, e le imprese con più di 15 dipendenti che hanno esaurito il periodo di copertura di cigs previsto dalla legge, secondo procedure definite da un accordo quadro fra la Regione e le parti sociali piemontesi.

Migliasso ha tracciato anche un bilancio dell’utilizzo della cassa in deroga nel 2008, che evidenzia una crescita esponenziale delle richieste già dagli ultimi tre mesi dell’anno: le domande pervenute alla Regione sono state 1.541 ed hanno coinvolto quasi 6.000 dipendenti, per poco più di due milioni di ore effettivamente erogate, con una concentrazione, oltre che a Torino, nelle province di Alessandria e Biella, per il perdurare della crisi nei comparti orafo e tessile.




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.