Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

17/03/2009
Le aziende orafe in crisi: domanda -21%, produzione -19

È crisi nel settore orafo: nei quattro distretti più importanti d'Italia, fra i quali quello di Vicenza, c'è molta apprensione per il futuro delle piccole e medie aziende. Nelle imprese vicentine, assieme a quelle di Arezzo, Caserta e Valenza, si contanto 4.460 imprese per un totale di 33.500 occupati, posti forse a rischio con l'aggravarsi della crisi economica (dati Assicor).
Vicenza ha un ruolo fondamentale nella produzione orafa, eppure l'ombra della crisi la copre, e anche da parecchio tempo. Già nel primo semestre del 2008 la situazione era già inquadrabile: nel primo trimestre dell'anno la produzione delle aziende vicentine era crollata del 19,4%, la domanda estera diminuita del 21,1% e il fatturato calato del 16,1%.

Fabio D’Onofrio, segretario della Federazione italiana orafi e gioiellieri (Fiog) aderente alla Confesercenti nazionale, ha spiegato: «Gli operatori - spiega - hanno risentito della crisi in modo pressoché omogeneo. Ovviamente, più colpite sono le piccole realtà artigianali, anche se affermare che i grandi dell’oreficeria italiana tengano è una vera e propria forzatura. Del resto - ammette - con l’assottigliarsi del reddito disponibile, le persone scelgono di tagliare i prodotti non proprio di prima necessità, come appunto i gioielli».

Le ragioni della crisi vanno ricercate nel prezzo della materia prima, salito negli ultimi anni, ma anche nella concorrenza di paesi come la Turchia e l'India.

«La congiuntura negativa che stiamo attraversando - rimarca D'Onofrio - alimenta la crisi del made in Italy, già messo a dura prova dalla concorrenza. Non è un mistero che incastonare una pietra preziosa in India o in Cina viene a costare la metà della metà che in Italia. Chiaro che non c'è termine di paragone in termini di manifattura, però visti i tempi una ricaduta sulle vendite c'è, eccome».

fonte: gazzettino






Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.