Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

25/09/2008
I ghiacci dell'Artico si sciolgono e rilasciano milioni di tonnellate di metano.

Lo scioglimento dei ghiacci nell'Artico sta liberando nell'atmosfera milioni di tonnellate
di metano che si trovano sotto il fondo marino. A rivelarlo è una ricerca condotta da scienziati dell'Univeristà di Stoccolma in collaborazione con la Russia, che ha messo a disposizione nave ed attrezzature. Orjan Gustafsson, uno dei responsabili del progetto, ha dichiarato all'Independent: "Ieri per la prima volta abbiamo visto un campo dove il rilascio era cosi' intenso che il metano non aveva tempo di sciogliersi in acqua ma arrivava in superficie sotto
forma di bolle".

Il metano e' normalmente imprigionato dal fondo marino ghiacciato, ma a causa dello scioglimento delle masse glaciali in superficie, si creano 'camini', o piccole aperture, nel
fondo, e il metano fuorisce e va in superficie. Il timore degli scienziati e' che la liberazione massiccia del metano possa accelerare il surriscaldamento del pianeta innescando un circolo vizioso in cui, piu' i ghiacci si scioglieranno, maggiori saranno le quantita' di gas serra immessi nell'atmosfera, La quantita di metano immagazzinato sotto l'Artico si calcola superi quella di
carbone custodito nelle riserve carbonifere mondiali, per cui e' di vitale importanza la stabilizzazione di questi depositi in un'area che si sta surriscaldando a un ritmo molto piu'
rapido che le altre del pianeta.

Le conclusioni dello studio, che sara' prossimamente pubblicato nel bollettino dell'American Geophysical Union, saranno supervisionate da Igor Semiletov, dell'Accademia Russa
delle Scienze. Semiletov, che ha guidato una decina di spedizioni nel mare di Leptov e durante gli anni '90 non individuo' livelli elevati di metano. Secondo 'The Independent', Semiletov ha fatto varie ipotesi per spiegare il fenomeno, tra cui quella secondo cui lo scioglimento del permafrost, termine che indica una superficie ghiacciata da almeno due anni, e' dovuto al maggior livello di acqua, relativamente piu' calda, scaricata dai fiumi siberiani, che arrivano al mare con temperature relativamente piu' alte a causa della fusione della cappa gelata della terra. Negli ultimi decenni, l'Artico ha registrato un aumento medio delle temperature di 4 gradi centigradi e una forte diminuzione dell'area oceanica coperta dai ghiacci durante l'estate.

fonte: Rainews





Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.