Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

14/07/2008
Maltempo, 2 morti in Lombardia, evacuate 400 persone in Valtellina.

Tragedia per il maltempo sul Ticino a cavallo tra le province di Milano e Pavia. Padre e figlio sono stati travolti da un albero, che verosimilmente ha ceduto a causa delle piogge, e scaraventati nel fiume dove sono morti.
In base a una prima ricostruzione i due, che sarebbero extracomunitari, stavano passeggiando lungo l'argine quando l'albero è caduto travolgendoli e facendoli precipitare in acqua.

La Valtellina risulta inaccessibile in quanto sono chiuse al traffico anche le altre strade provinciali e la linea ferroviaria. L'unico accesso, attualmente, e' il Passo della Aprica. Strade chiuse anche nel Lecchese, in particolare sulla Statale 36 e' chiuso il raccordo tra Lecco e Ballabio e per raggiungere la Valsassina si deve utilizzare la vecchia strada provinciale.

Chiusa anche la Provinciale 64 in localita' Culmine per frana fra Moggio verso la Val Taleggio. Chiusa in localita' Moregallo anche la Lariana Lecco-Bellagio per una frana in localita' Moregallo.

Frane, allagamenti, 300 evacuati dalle loro abitazioni, la strada statale 38 interrotta con conseguenti pesantissime ripercussioni sul traffico nella giornata festiva. Il maltempo che si e' abbattuto sulla Lombardia riporta la paura in Valtellina, a 21 anni dalle disastrose frane e alluvioni che proprio in un luglio di piogge torrenziali provocarono disastri e lutti.

C'e' lo stato di allarme in tutta la provincia di Sondrio, dove dalla scorsa notte piogge e temporali hanno ingrossato l'Adda e i corsi d'acqua affluenti dalle valli laterali. Terra fragile ed esposta ai cedimenti e alle alluvioni, la Valtellina si e' trovata subito in gravi difficolta' quando nella notte i forti temporali che ieri si erano abbattuti sulle province di Como, Milano e Bergamo si sono spinti piu' a nord.

Gia' nella prima mattinata la situazione e' apparsa molto critica: per allagamenti e rischio frane ci sono state le prime evacuazioni di abitanti a Selvetta, nel territorio comunale di Colorina, a Forcola e nel vicino comune di Talamona. Col passare delle ore e il continuo straripare dei torrenti, i disagi sono andati aumentando e si sono moltiplicati gli interventi di vigili del fuoco, forze dell'ordine, unita' di soccorso.

Diverse le abitazioni e le persone rimaste isolate, seppure in condizioni di sicurezza. Momenti di particolare apprensione si sono registrati a Selvetta, dove un uomo di 84 anni e' rimasto intrappolato nel fango che ha circondato la sua abitazione, e sono stati necessari particolari interventi per portarlo in salvo.

In serata, il primo bilancio ufficiale della Protezione civile di Stato e della Regione Lombardia: circa trecento le persone evacuate (e sistemate in alberghi) dai paesi della Valtellina interessati dall'ondata di maltempo che si e' abbattuta sulla zona. Le situazioni piu' critiche a Berbenno, Val Masino, Talamona e Forcola, a causa delle colate di detriti e fango provenienti dai torrenti che si riversano nell'Adda.

Molto critica la situazione della viabilita', perche' gli allagamenti e gli smottamenti hanno provocato l'interruzione della statale 38, unico collegamento di valle con il resto della Lombardia, all'altezza di Berbenno e Ardenno, poco a est di Sondrio. Conseguenza principale: il blocco non solo del traffico locale, ma anche del traffico dei molti turisti milanesi e non che si erano recati in alta Valtellina per il fine settimana.

Molti hanno scelto di rientrare verso la pianura dal passo dell' Aprica, che collega la Valtellina con la Valle Camonica. Il risultato e' stato un' intasamento pressoche' totale del traffico su questa direttrice, con interminabili code serali. Prima a Berbenno e poi a Sondrio si sono concentrate le operazioni di direzione degli interventi, cui hanno partecipato tra gli altri l'assessore alla Protezione Civile della Regione, Massimo Ponzoni, e il Prefetto di Sondrio, Chiara Marolla.

Le previsioni non sono confortanti. Il maltempo sulla provincia dovrebbe perdurare almeno fino a domattina, come del resto su gran parte della Lombardia. Su Milano e dintorni, colpiti ieri sera da una violentissima grandinata, questa sera si sono nuovamente addensate nubi nere, con lampi, tuoni e scrosci d'acqua.

Rainews





Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.