Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

17/05/2008
Valenza, preso rapinatore della Banca di Lodi di Viale Manzoni.

È stato arrestato anche il secondo uomo della coppia che il 15 febbraio aveva messo a segno un colpo alla filiale di Valenza della banca di Lodi (viale Manzoni).
Si tratta di Ignazio Lucchese, 36 anni, pregiudicato, nato e residente a Vigevano. Era insieme ad Armando Amisano, 35 anni, nato a Napoli con domicilio a Vigevano, e tuttora in carcere.
I due entrarono nell’istituto bancario, Armando con occhiali da sole, Lucchese travisato con sciarpa e cappuccio. Dopo minacce canoniche, rinchiusero in bagno un impiegato e un cliente e, fingendo di essere in possesso di un’arma, intimarono alle due cassiere di consegnare il denaro. E così fuggirono con 13.000 euro.

Armando venne arrestato un mese dopo, a seguito di una rapina messa a segno a Castelnuovo Scrivia. I carabinieri, dopo vari raffronti e sentite testimonianze, lo hanno identificato come «quello che in banca a Valenza aveva gli occhiali da sole».
Più difficile è stato arrivare a Lucchese, anche perché questi, appreso del fermo dell’amico aveva cercato la fuga.




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.