Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

24/04/2008
Internet, un truffato di Villalvernia fa identificare due alessandrini.

Vendevano via Internet con trappola compresa. I carabinieri di Villalvernia hanno stroncato una truffa telematica messa in atto da due giovani alessandrini.
Raggiro web che si era esteso coinvolgendo vittime residenti in 12 regioni italiane. Si tratta dell’indagine «Dark net» che ha preso il via nel febbraio scorso e si è conclusa nei giorni scorsi con la denuncia alla Procura della Repubblica per truffa aggravata continuata e sostituzione di persona di due di giovani alessandrini: F.V., 21 anni, residente ad Alessandria e A. A. 25 anni residente alla frazione Casalbagliano di Alessandria. Ad illustrare l’operazione il comandante dei carabinieri della Compagnia di Tortona, il capitano Giorgio Sanna e quello dei carabinieri di Villalvernia, il maresciallo Franco Raffa.

Tutto ha preso il via agli inizi di febbraio, quando un tortonese si è recato dai carabinieri di Villalvernia denunciando una truffa su Internet. L’uomo ha raccontato di aver effettuato degli acquisti su «Ebay» il sito di aste on line. Da un nuovo venditore aveva acquistato alcuni articoli elettronici per poche centinaia di euro che aveva versato sulla postepay del venditore.
Quando con il passare delle settimane non ha ricevuto la merce, ha cercato di mettersi in contatto con il venditore, che però, nel frattempo era scomparso. L’uomo, quindi ha deciso di sporgere denuncia ai carabinieri.

I militari, hanno avviato una serie di controlli contattando anche il sito «Ebay», che non ha avuto difficoltà a fornire le generalità delle persone che hanno istituito l’«account» su «Ebay». Si trattava di false generalità: i venditori al momento dell’iscrizione su «Ebay» hanno fornito nomi di altre persone (di qui l’accusa di sostituzione di persona). I carabinieri di Villalvernia sono riusciti a risalire ai due grazie all’indirizzo «Ip» (il codice del pc di partenza) fornito da «Ebay» e al nominativo della postepay.
Individuati i due responsabili, i carabinieri hanno effettuato una perquisizione presso l’abitazione dei due ed hanno subito capito che la vendita era uno specchietto per le allodole. Durante l’indagine, i carabinieri hanno scoperto che i due avevano truffato persone residenti anche a a Napoli, Caserta, Salerno, Torino.

Repubblica




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.