Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

29/03/2008
I proprietari dei cani che vivono in condominio devono fare abbaiare meno.

I proprietari dei cani che vivono negli appartamenti condominiali devono far abbaiare poco il loro quattro zampe, specie se ha la tendenza ad agitarsi facilmente.
Lo sottolinea la Cassazione nella sentenza 7856 nella quale avverte che, ovviamente, non bisogna "coartare" la natura del cane impedendogli del tutto di abbaiare ma solo cercare di ridurre al minimo "le occasioni di disturbo, prevenendo le possibili cause di agitazione ed eccitazione dell'animale, soprattutto nelle ore notturne".
Gli altri condomini devono anche loro fare la loro parte "per contribuire alla civile convivenza condominiale" e "tollerare" episodi "saltuari di disturbo da parte dei cani" che vivono nel loro palazzo.

La vicenda culminata con la sentenza della Cassazione
Con questa decisione i giudici di Piazza Cavour hanno respinto il ricorso di una coppia di Monsummano Terme (Pistoia) contro la decisione con la quale il Tribunale, nel 2002, gli aveva ordinato di "osservare scrupolosamente il regolamento condominiale, evitando l'abbaiare del loro cane". Il loro animale aveva, infatti, disturbato tante volte il sonno e la tranquillita' dei vicini perche' era molto "rompiscatole" in quanto abbaiava ad ogni minimo rumore, specie quando le persone andavano a trovare i suoi padroni, fatto che avveniva molto spesso.

Stanco per la continua cagnara un vicino, Salvatore P., aveva portato Gennaro P. e Maria U. - padroni di Tobia - davanti al giudice di pace per richiamarli al rispetto della quiete ondominiale. Senza successo i padroni del cane hanno cercato di sostenere in Cassazione che non era possibile "coartare" la natura 'abbaiante' del loro Tobia. Ma gli 'ermellini' hanno condiviso il ragionamento del Tribunale di Monsummano Terme: non si tratta di "coartare" la natura del cane ma solo di prevenire e limitare le occasioni nelle quali si mette ad
abbaiare.




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.