Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

22/02/2008
Smaltimento rifiuti nel Piemonte, firmata l'intesa tra Regione e Province.

Lo smaltimento dei rifiuti nel costituendo e sperimentale ambito di bacino sub regionale ATO2 sarà regolato dal protocollo d’intesa sottoscritto il 22 febbraio ad Asti dalla Regione Piemonte e dalle Province di Asti, Alessandria, Biella, Novara, Vercelli e Verbano-Cusio-Ossola.
Il documento getta le basi per una collaborazione ampia e concordata capace di far cooperare i sei territori in termini di sviluppo economico sostenibile utilizzando in comune gli impianti esistenti e lavorando per la formazione di un piano condiviso che avrà come punti fondamentali la riduzione della produzione dei rifiuti, il recupero di materia dai rifiuti urbani, la sicurezza ambientale delle discariche esistenti e la riduzione dei quantitativi dei rifiuti smaltiti, la diminuzione della pressione antropica sul suolo a destinazione agricola, l’uso sostenibile delle risorse ambientali.

Con questa intesa, auspicata dalle linee guida approvate dalla Giunta regionale, non esisteranno più i rifiuti di una sola provincia e si inizierà a ragionare su una scala più vasta di territorio per arrivare ad una corretta, efficace ed autosufficiente gestione dell’intero ciclo dei rifiuti dell’ATO 2 secondo un percorso partecipato di decentramento programmatorio e gestionale che allo stesso tempo costi sempre meno ai cittadini e permetta un governo reale, razionale e ampiamente condiviso della materia.
Il Piemonte orientale potrà così condividere un ciclo integrato capace di condurre ad un recupero del rifiuto e ad un utilizzo del residuo ai fini energetici in maniera compatibile per l’ambiente, nonché di creare i presupposti per affrontare concretamente anche lo smaltimento della parte residuale dei rifiuti solidi urbani senza ricorrere a nuove discariche.





Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.