Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

07/02/2008
Ricerca e sviluppo nell'ICT, nuovi investimenti per le imprese più dinamiche.

Le più dinamiche e tecnologiche imprese piemontesi possono concorrere al bando per progetti di ricerca e sviluppo che mette a disposizione 18,5 milioni di euro grazie all'accordo di programma in corso con tra Ministero dell'Università e della Ricerca, Regione Piemonte, Provincia, Comune e Camera di commercio di Torino e che è alla base della creazione del Distretto Torino Wireless.

Il bando si rivolge a imprese, sia grandi che piccole/medie, centri di ricerca, consorzi e parchi tecnologici che in modo singolo od in forma aggregata si candidano a presentare entro il 25 febbraio idee progettuali su specifici temi identificati, anche con il coinvolgimento dell'Università e gli enti di ricerca pubblica. I temi comprendono soluzioni i contenuti multimediali, la demotica, l'integrazione di funzionalità (visione artificiale, comunicazione verbale), la connettività sicura ad alta capacità (wireless e fibre ottiche a basso costo) in ambiente di produzione, l'incremento della sicurezza degli impianti produttivi, la riduzione delle cause di potenziale pericolo e di incidenti in ambito manifatturiero, il telecontrollo e la telegestione per ambiti specifici, come l'aeronautico, l'energetico, la prevenzione e l'emergenza, le applicazioni in ambiente mobile per voci, dati e video. I soggetti selezionati dovranno partecipare alla spesa con un co-finanziamento stimato in circa 6 milioni.

I contributi previsti potranno incentivare la ricerca non solo per coloro che operano nell'ICT in senso stretto, ma anche di chi utilizza queste tecnologie all'interno di alcuni dei settori più rappresentativi dell'industria piemontese: automotive, aeronautica, robotica, energia, multimedialità.

Il nuovo finanziamento si somma ai precedenti 7,5 milioni di euro (prima tranche del medesimo accordo di programma) determinando uno stanziamento pubblico complessivo di ben 26 milioni di euro per la ricerca nel settore ICT. Si stima che in totale permetterà di sostenere uno sforzo di circa 200 ricercatori in tre anni.

"Questo bando - ha dichiarato l'assessore regionale alla Ricerca e Innovazione, Andrea Bairati, intervenendo il 6 febbraio alla presentazione dell'iniziativa - è nei modi e nei contenuti coerente con la programmazione regionale che individua nell'ICT uno dei fattori di accelerazione trasversale a molti settori industriali dell'economia piemontese. Se un territorio investe e crede nella ricerca come fattore di sviluppo, trova negli attori locali i migliori alleati per perseguire obiettivi comuni: Torino Wireless è il driver che deve agire sulla competitività di questo settore, in accordo con il governo locale".





Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.