Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

25/01/2008
Cade il governo, Prodi non ottiene la fiducia della maggioranza.

L'Aula del Senato ha negato la fiducia al governo Prodi. I no sono stati 161, i sì 156 e un astenuto (l'astensione al Senato vale come voto contrario). I senatori Andreotti, Pallaro e Pininfarina non hanno partecipato alla votazione.
"E' accaduto quello che avevo previsto: nessuna spallata ma una implosione prodotta dalle tante contraddizioni venute fuori", afferma Berlusconi commentando al Tg4 la caduta del governo Prodi."Ora bisogna andare al voto". "Diremo cosa intendiamo fare al governo nei primi 100 giorni". "Vogliamo avere una grande maggioranza", aggiunge il leader di FI. Ed esclude "manovre di Palazzo". Esulta Fini (An) che dice: "Una grande gioia, ora subito elezioni".E festeggia con lo stato maggiore del suo partito che stappa una bottiglia di spumante.

Giordano (Prc) e Diliberto (Pdci) puntano il dito contro i centristi dell'Unione per la caduta del governo Prodi. "Dal ventre molle del centro moderato, con una classica operazione di volgare trasformismo, si è voluta chiudere l'esperienza di questo governo",dice Giordano.Ora si dovrà verificare "se ci sono le condizioni" per una riforma elettorale sul modello tedesco.
"Il governo cade da destra per mano delle defezioni -nota Diliberto- di Mastella e Dini". Chiede "immediate elezioni anticipate" e "niente" governi istituzionali.
"Le contraddizioni emerse nel centrosinistra e l'impegno coerente dell'opposizione in Parlamento hanno portato alla fine di un governo inviso alla maggior parte degli italiani", dice Casini (Udc) dopo la caduta del governo al Senato. E avverte: "Adesso è necessario non sbagliare per evitare di trasformare le speranze in nuove illusioni". Cauto Bossi (Lega): "Questo è solo il primo tempo, vediamo il secondo. Vediamo cosa fa il presidente della Repubblica".

Veltroni invita ad evitare la strada delle elezioni politiche anticipate dopo la caduta del governo Prodi. "Ora occorre evitare elezioni anticipate che precipiterebbero il Paese in una situazione di crisi drammatica", dice il segretario del Pd. Cosa fare? "Affidiamo al presidente della Repubblica e alla sua saggezza -precisa- la ricerca di una soluzione". E', nota, "il tempo della responsabilità".
Il Pd, aggiunge, ha condiviso la scelta di Prodi di "portare in Parlamento la crisi aperta dall'Udeur".





Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.