Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

22/01/2008
Novi Ligure, è tempo di giorno della memoria.

Fino al 9 febbraio prossimo, presso la Biblioteca Civica (via Marconi, 66) è allestita la rassegna "Per ricordare lo sterminio del popolo ebraico durante l'ultimo conflitto mondiale, il Comune di Novi Ligure ha organizzato una serie di iniziative culturali. Le parole della memoria", mostra bibliografica che può essere visitata nei consueti orari di apertura. Venerdì 25 gennaio (ore 10,30), presso il Teatro Paolo Giacometti (corso Piave, 2), si svolge un incontro dibattito dal titolo "Per non dimenticare la Shoah".
I relatori sono l'Onorevole Nicola Tranfaglia (Prof. Emerito di Storia dell'Europa all'Università di Torino) e Alberto Piccini (Prof. di Storia dei Totalitarismi all'Università di Genova). Le letture sono a cura di Raffaella Porotto.

Infine, sempre il 25 gennaio (ore 21,00), presso la Biblioteca Civica (via Marconi, 66) è in programma un concerto di musica klezmer proposto dalla Klez Gang. La loro musica ricorda quella dei villaggi di cultura ebraica disseminati tra Polonia, Romania, Slovacchia, Ungheria e Lituania. Negli ultimi tempi stanno ottenendo un successo ed un consenso del pubblico in continua ascesa partecipando a numerose iniziative, tra cui: "Artè" a Fabriano, "Venezia suona 2005", Teatro Festival di Volterra, Buskers Festival di Ferrara.

I RELATORI.
Nicola Tranfaglia è deputato del Pdci alla Camera e membro della segreteria nazionale con la responsabilità dell'Informazione. Dal 3 dicembre 2007 è professore emerito di Storia dell'Europa e del Giornalismo all'Università di Torino.
Nato a Napoli nell'ottobre 1938; nel 1961 si è laureato in Giurisprudenza con una tesi in Storia della Corte Costituzionale in Italia. Giovanissimo si è dedicato al giornalismo professionale collaborando alle riviste Nord e Sud di Francesco Campagna, Tempo Presente di Ignazio Silone e Nicola Chiaromonte, e al settimanale Il Mondo, diretto da Mario Pannunzio.
E' stato redattore di politica estera e di cultura dei quotidiani La Stampa e Il Corriere della Sera. Editorialista de la Repubblica, collaboratore del settimanale L'Espresso, è stato anche condirettore della rivista Studi Storici e membro del comitato scientifico della Fondazione Nazionale Antonio Gramsci.
Ha svolto inoltre una lunga opera di organizzazione scientifica, culturale e editoriale in campo storico: ha diretto l'opera collettiva Il Mondo Contemporaneo, La Nuova Italia 1976-83; con Massimo Firpo ha diretto la Storia, Utet 1981; con Valerio Castronovo ha diretto La Storia della stampa italiana, Laterza 1976-95. Sta per pubblicare assieme a Massimo Firpo e Piergiorgio Zunino una Guida all'Italia Contemporanea edita da Garzanti, una rassegna di cifre, dati e idee sui centocinquanta anni dell'unificazione nazionale.
Ha condotto studi sul nazionalsocialismo e sul fascismo in Italia, sulla stampa e l'opinione pubblica, sul Mezzogiorno degli anni Sessanta e settanta e sulla mafia. Ha inoltre scritto saggi sul pensiero democratico e socialista nell'Ottocento e nel Novecento. Bibliografia ( opere principali): La tradizione repubblicana, 1997, Scriptorium; Un passato scomodo. Fascismo e post-fascismo, 1996, Laterza; La prima guerra mondiale e il fascismo, 1995, Utet; Mafia, politica e affari. 1943-1991, 1992 Laterza; La mafia come metodo, 1991, Laterza; Labirinto italiano.
Il fascismo, l'antifascismo e gli storici, 1989, La Nuova Italia; Stampa e sistema politico nella storia dell'Italia unita, 1986, Le Monnier; Dallo stato liberale al regime fascista, 1973, Feltrinelli; Carlo Rosselli dall'interventismo a Giustizia e Libertà, 1968, Laterza.

Alberto Piccini è nato a Nato a Novi Ligure nel 1962: Attualmente è professore di Storia dei Totalitarismi presso la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Genova. Si è occupato di Storia del Maghreb, Storia del Risorgimento, Storia del cinema, Storia dell'Amministrazione fiscale, Storia Politica.
E' specializzato nella storia orale del ‘900 con attenzione alla memoria dei reduci dei lager nazisti e dei membri della Resistenza. E' membro dell'Associazione Fondo Alberto Moravia di Roma. Bibliografia (pubblicazioni principali): Il sindacato Marocchino dall'indipendenza alla crisi, Roma 1996; (in collaborazione) la Resistenza 1943-1945 Bari, Roma 1996; (in collaborazione) Atlante Storico della Resistenza, Milano 2000; Su "Il fumo di Birkenau" di Liana Millu, Roma 2003; I confini del Lager, Milano 2004; Spoglie Garibaldine. Le successioni Bixio e Canzio, Genova 2004; L'ultima guerra, Milano 2007; L'attività Parlamentare di Achille Plebano Asti 2007.




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.