Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

12/09/2007
Alessandria, sventata una pericolosa banda criminale.

Dopo un'incessante azione investigativa con addirittura pedinamenti all'estero (in Francia e Lussemburgo) hanno sventato una pericolosa banda di delinquenti protagonista di innumerevoli furti e rapine in svariati comuni del Piemonte, la quale poi riciclava i proventi nel commercio di droga.
Alessandria, Asti, Torino e Cuneo le province interessate dall'attività criminale del gruppo, formato da Italiani ed Albanesi che nella notte, senza curarsi della presenza dei proprietari, depredavano preziosi, auto di grossa cilindrata e denaro, destinando poi i lauti proventi al business della cocaina.

Il massiccio intervento ha richiesto la collaborazione di organismi di Polizia Internazionale (con il coordinamento tra le polizie europee di Francia, Lussemburgo e Olanda), Nazionale e Regionale, portando all'arresto e all'emissione, da parte della Procura della Repubblica, di 14 ordinanze di custodia cautelare in carcere e agli arresti domiciliari ai danni di otto albanesi e sei italiani, ed un mandato di arresto internazionale (poi eseguito dalla polizia olandese a Geleen) ai danni del cittadino albanese a capo dell'organizzazione criminale. Altre 15 persone - 8 albanesi e 7 italiani - sono state denunciate in stato di libertà. Dalle successive perquisizioni sono state rinvenute armi, parte della refurtiva e un kg di cocaina, che va ad aggiungersi agli altri 3 kg sequestrati in precedenza.

Sottoposti a sequestro anche alcuni conti correnti riconducibili agli arrestati per centinaia di migliaia di euro. Dopo uno stralcio processuale inoltre gli agenti della squadra mobile di Alessandria hanno eseguito l'altro ieri l'ordinanza di misura cautelare in carcere a carico di 6 albanesi per ulteriori episodi emersi da indagini successive alla prima ondata di arresti e relative ad un ingente quantitativo di droga contrabbandato dall'Olanda (un carico da 3 a 5 kg diretto a Torino il 28 gennaio e un secondo diretto a Milano (del quale un kg sequestrato poi Torino a Koko Adiol e Hysa Gentian).




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.