Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

25/08/2007
Alessandria, i prezzi dei parcheggi al centro delle polemiche.

Vivace polemica tra il sindaco Piercarlo Fabbio e i vertici della S.P.R.A., l'azienda comunale che gestisce i parcheggi per il protrarsi dei ritardi all'adeguamento delle nuove tariffe promozionali, decise dalla giunta il 25 luglio scorso.
Com'è noto la Giunta aveva stabilito che il costo del parcheggio sarebbe passato a 0,80 euro l'ora nelle zone blu di tutto il territorio comunale e nei parcheggi di via Parma, Rovereto e piazza Garibaldi e le prime due ore sosta gratuita in via Parma. Erano inoltre stati istituiti abbonamenti agevolati nell'autoparking di via Parma, per i lavoratori (a 30 euro mensili) e per i dipendenti delle forze dell'ordine a 20 euro mensili.

A oggi è stata realizzata soltanto la parte riguardante le due ore di sosta gratuita, mentre la SPRA ha manifestato problemi di vario genere per realizzazione delle altre disposizioni di giunta. L'istituzione degli abbonamenti agevolati, in particolare, sembra dover attendere ancora qualche settimana.

In una nota, indirizzata al presidente della SPRA, Massimo Brina, il sindaco Piercarlo Fabbio ha fatto presenti le disfunzioni e i disagi creati da questi ritardi: "Sono a rappresentarLe lo stupore dell'Amministrazione Comunale in ordine al ritardo nell'applicazione delle nuove tariffe di sosta a pagamento nonché della nuova tariffazione oraria. Un'azienda pubblica, quale è la SPRA, non può accampare motivazioni fumose, astratte ed imprecise per giustificare un ritardo nell'applicazione di quanto previsto dagli atti della Giunta Comunale (periodo di ferie, numerose macchinette automatiche da tarare...). Pertanto, Le esprimo lo sbalordimento dell'Amministrazione Comunale per la mancata applicazione, ad oggi, delle nuove tariffe; fatto che ha comportato e che comporta un carico economico per i cittadini verso i quali la S.V., mi sembra, abbia riservato una assoluta mancanza di attenzione. Confido in un Suo esauriente chiarimento riservandomi di assumere in nome e per conto dell'Amministrazione Comunale eventuali provvedimenti conseguenti".


Se tutto tornasse come prima, e cioè senza parcheggi a pagamento, sarebbe meglio per tutti, siamo stati decenni senza pagare il suolo pubblico, da qualche anno i parcheggi nelle città del nostro paese sono diventate a pagamento, perchè, perchè bisogna pagare per parcheggiare ?? non paghiamo già abbastanza di bollo e "cagate" varie ?? è proprio necessario continuare con questa idea del parcheggio a pagamento ??




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.