Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

14/08/2007
I pesanti rincari per pasta, pane, latte e derivati... sono solo speculazioni.

I pesanti rincari annunciati per pasta, pane, latte e derivati... sono solo speculazioni che non trovano alcuna giustificazione. Per questo il Codacons annuncia denunce a raffica e chiede l'intervento dell'Agenzia delle Entrate e della Guardia di Finanza. In base all'art. 2 della Legge 231/2005, infatti, queste due istituzioni possono intervenire a fronte di andamenti anomali dei prezzi, individuando dove si annida la speculazione.
Grazie a questi controlli lungo la filiera agroalimentare sarà possibile per il Codacons denunciare i responsabili di questi eventuali rialzi ingiustificati ed inammissibili. Facciamo un solo esempio: il pane. Solo il 5% del prezzo finale del pane dipende dal costo del grano. Questo vuol dire che se anche il grano aumentasse del 10%, come sostenuto da alcuni, questo si dovrebbe ripercuotere sul prezzo finale per appena lo 0,5%.

Il Codacons denuncia anche il fatto che i prezzi alimentari in Italia sono già i più cari d'Europa e che secondo l'ultimo rapporto Eurostat costano al consumatore il 15% in più rispetto alla media europea, percentuale che per i latticini e le uova sale addirittura al 26%. Ecco perché un ulteriore aumento, per dei prodotti che sono già così cari, è inaccettabile.
L'associazione di consumatori chiede, quindi, al Governo un intervento immediato sulla filiera alimentare, troppo lunga ed inefficiente e che in alcuni casi richiede fino a 7 passaggi prima che il prodotto arrivi sulla tavola degli italiani.




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.