Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

11/07/2007
Studio di fattibilità della sistemazione idraulica del fiume Po

Nella giornata di lunedì si è svolta in Provincia di Alessandria, convocata dal presidente Paolo Filippi, una riunione relativa allo “ Studio di fattibilità della sistemazione idraulica del fiume Po nel tratto dalla confluenza del fiume Dora Baltea alla confluenza del fiume Tanaro”.
Con riferimento ai contenuti di detto studio, presenti i rappresentanti dei Comuni di Valmacca, Frassineto Po, Camino, Coniolo, Castelnuovo Scrivia, Valenza, Pomaro e il Presidente del Parco del Po, si è concordato di avviare una specifica fase di valutazione delle possibilità di intervento, in relazione alle modalità attuative degli stessi, ponendo specifica attenzione agli obiettivi di sicurezza e di sostenibilità sia dal punto di vista ambientale che di fruizione del territorio.

L’assetto morfologico ed idraulico per l’asta del Po piemontese (dalle sorgenti ad Isola S.Antonio) è oggetto di una proposta strutturale e definita da parte dell’Autorità di Bacino del Po; l’impianto territoriale delle misure proposte e degli interventi connessi è stato presentato ed è attualmente in discussione presso le Amministrazioni Locali (Regioni, Province, Comuni) dei territori attraversati dal corso del fiume Po e coinvolti dall’attuazione di queste misure.
Nella fattispecie le Amministrazioni Comunali che governano territori attraversati dal Po (e che fanno parte della Provincia di Alessandria, da Moncestino ad Isola S.Antonio) dovranno analizzare e verificare la congruità territoriale delle misure e degli interventi prefigurati dallo “Studio di fattibilità della sistemazione idraulica del fiume Po nel tratto dalla confluenza Dora Baltea alla confluenza Tanaro” predisposto dall’Autorità di bacino per il fiume Po.

L’analisi di queste tematiche si sta rivelando molto complessa ed articolata e di sovente viene affrontata dalle diverse Amministrazioni Comunali coinvolte in modo scoordinato e parziale; motivo questo che ha indotto l’Amministrazione Provinciale di Alessandria ad assistere e coordinare i Comuni coinvolti in questo profondo processo di ridisegno delle destinazioni d’uso di molta parte dei territori comunali.
“L’Amministrazione Provinciale - dice il presidente Paolo Filippi - pur sottolineando e concordando con gli obiettivi generali e specifici di sicurezza idraulica inerenti il territorio provinciale previsti dall’Autorità di Bacino del fiume Po, intende procedere ad una attenta verifica della sostenibilità degli interventi proposti in relazione alle loro modalità attuative dal punto di vista ambientale, territoriale e di sicurezza idraulica”.

Pertanto nell’intento di fornire alle Comunità locali il supporto tecnico-amministrativo che consenta loro di sviluppare analisi appropriate delle misure proposte e conseguentemente di assumere decisioni coerenti sia con le misure stesse che con i criteri di sviluppo e di salvaguardia del proprio territorio, “l’Amministrazione Provinciale di Alessandria – aggiunge l’assessore provinciale Domenico Priora - ha messo in agenda e svilupperà nel corso delle prossime settimane una serie di attività di analisi delle varie proposte operative, di confronto e di coordinamento di molteplici iniziative (in quanto Amministrazione di riferimento e di coordinamento) con le altre Amministrazioni (AdBPo stessa, Regione Piemonte, AIPO, altre Amministrazioni Provinciali, Enti Locali della zona, Consorzi idrici, Ente Parco regionale)”.

Le attività di supporto tecnico dell’Amministrazione Provinciale si svilupperanno attorno a queste aree tematiche:
1) Assistenza nell’analisi dei criteri di sicurezza idraulica generale e di difesa idraulica specifica attinente il territorio provinciale;
2) Assistenza nella definizione delle misure di intervento previste dall’Autorità di bacino per il Po in rapporto alle caratteristiche morfologiche, antropiche e colturali del territorio provinciale;
3) Assistenza nella definizione del contesto tecnico-normativo necessario per rendere compatibili con il territorio provinciale le misure da adottare, le opere da realizzare e gli interventi da predisporre;
4) Assistenza nella definizione dei criteri di gestione territoriale ed ambientale nelle diverse zone ed aree coinvolte dagli interventi.
“Abbiamo incaricato - termina il presidente Paolo Filippi – l’ingegner Sandro Teruggi affinché svolga le necessarie controdeduzioni tecniche e di governo del territorio al progetto proposto dall’Autorità di Bacino, controdeduzioni generali ma anche di dettaglio sulle situazioni dei singoli Comuni interessati e con loro concordate”. Nel contempo, la Provincia si farà carico di predisporre una lettera, a nome dei Comuni coinvolti, per richiedere la proroga dei termini del progetto, previsti, dall’autorità di bacino, entro la fine del mese di luglio.






Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.