Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

06/07/2007
Valenza, torna la festa di San Giacomo, dal 19 al 25 luglio.

Serate di moda, sport, spettacolo, musica, balli e fuochi d'artificio accompagneranno i giorni dei festeggiamenti di San Giacomo, la festa patronale valenzana. Tutti gli spettacoli avranno inizio dalle ore 22 e saranno ad ingresso libero, ma vediamo in dettaglio il programma delle serate:


GIOVEDI' 19 LUGLIO
UNA SERATA DI MODA E SPORT
ORE 20,30 – PIAZZA GRAMSCI:


Gara ciclistica con percorso cittadino, categoria under 23.
2° Trofeo Città di Valenza,
2^ Coppa San Giacomo,
2° G.P. Ciclistica valenzana,
1° Memorial “Mario Chiesa”.
Organizzato dall'Associazione cicllistica valenzana

ORE 22,00 - CORSO GARIBALDI

Sfilata di moda con abiti provenienti dai negozi di abbigliamento cittadini.
Musica ed intrattenimento, esibizioni di danza e distribuzione gadgets ai bambini.


VENERDI' 20 LUGLIO
FESTA DELLE SOCIETA' SPORTIVE


Alle ore 20,30 ritrovo in Piazza Gramsci degli atleti e dei rappresentanti delle società sportive cittadine.
Corteo da Piazza Gramsci a Piazza XXXI Martiri, attraverso Corso Garibaldi, aperto dalla Banda musicale di Occimiano.
In Piazza XXXI Martiri premiazione degli atleti e delle società che si sono maggiormente distinti durante la stagione 2006/2007.
Al termine rinfresco per atleti e rappresentanti offerto dalla Pro Loco.

SABATO 21 LUGLIO
SPETTACOLO DI FLAMENCO
SIMON BESA in " TABLAO"


Il " bailaor " Simon Besa, nuovamente in Italia per il suo terzo tour, incarna l’anima gitana del flamenco. Dopo gli studi con la famosa ballerina Sevigliana Maria Serrano, ha lavorato con personaggi conosciuti nel mondo del flamenco come Laura Argon " La Penita ", Antonio Amador, Pilar Carmona, Jose Cortez, Sabrina Romero, Pepe el Marques, Luisa Salazar.
Nel 2005 ha creato la coreografia del suo primo spettacolo " Olè Flamenco " e con la collaborazione di musicisti, cantanti e ballerini spagnoli e italiani ha offerto agli spettatori un primo assaggio di quella danza che in Andalusia ha trovato il luogo ideale per radicarsi e che, oltre ad essere arte, è anche l’espressione più genuina dei sentimenti e della vita del popolo gitano.
Nel 2006 ha confermato la sua bravura con lo spettacolo " Patio Gitano " e nel 2007 porterà in Italia " Tablao, una noche en el Sur de Andalucia ". Violento e seducente, il flamenco di Simon Besa colpisce al cuore il pubblico, ogni pubblico, generando grande entusiasmo e caldi applausi.
Uno spettacolo ricco, appassionante, con un repertorio di Alegrias, Sevillanas, Soleares, Tientos, Bulerias, Tangos, Fandango, Rumba che lo rendono festero ed emozionante.

PROGRAMMA:

“...l’ espressione più genuina del flamenco è la FIESTA, atmosfera che nasce spontaneamente dopo una serata trascorsa insieme da FLAMENCOS e AFICIONADOS, tra il finire della notte e l’inizio del giorno...”

Lo spettacolo si svolge in 2 tempi intervallati da una breve pausa; consisterà in un alternarsi di balli e brani cantati e suonati appartenenti alla tradizione del flamenco:

Sevillanas
( Ballo di coppia, composto da quattro strofe con quattro coreografie diverse; la musica ed il ballo finiscono all’unisono repentinamente, i ballerini terminano in posizioni di grazia ma anche un pò provocatorie ).

- “ la Siguiriya de la Picota ”
( Uno dei balli più profondi e puri del flamenco. Le sue strofe parlano di tristezza, di sofferenze e di dolori; i testi parlano d’amore, vita, morte ). Ballo tipico delle zone di Càdiz y los Puertos e di Jerez de la Frontera.

- Fandago de Huelva
( Stile molto antico di ballo che ha acquistato con il tempo caratteristiche proprie del flamenco. Ci sono diversi tipi di Fandango, noi presenteremo quello ballato , tipico della città di Huelva nel sud dell’ Andalusia ).

- “ Soloeà por Buleriàs ”
( La madre del cante e del baile flamenco. Letteralmente significa solitudine, ballo che inizia molto lento le strofe parlano di dolore di emarginazione e rabbia, per finire con un’ esplosione di forza e temperamento). Tipico delle città di Càdiz, Jerez e del Barrio(quartiere) di Triana a Siviglia.

- “ Rumba ”:
( Negli anni cinquanta i gitani catalani mettono questo genere di moda, da allora è impensabile assistere ad uno spettacolo in Tablao senza una Rumba. Anche se la maggior parte delle persone lo considerano un ballo afflamencato e non puro, è considerato dai gitani parte fondamentale delle feste e delle riunioni di famiglia. Ballare ‘por Rumba’ è più complicato di quello che sembra, in quanto ballerino, cantante e musicista improvvisano creando sempre qualcosa di nuovo. Caratteristico per la sua allegria ). Si balla in tutta Spagna.

- “ Garrotin ” :
( Ballo gitano non andaluso ma tipico dei gitani catalani, molto allegro e scherzoso, di solito ballato da donne; reso famoso dalla ballerina Carmen Amaya che lo ballava con i costumi tipici da uomo ).

- “ Tangos ”
( E’ uno degli stili basilari del flamenco e uno dei balli e dei canti più popolari ed amati dal popolo gitano. Le strofe sono sempre allegre e parlano di fatti di vita quotidiana o elogiano città e persone; ballo molto sensuale anche se scherzoso ).

- “ Alegrias ”
( Genere nato per ballare, festero, allegro, caratterizzato da dinamismo, disinvoltura e grazia. Ballo difficile da interpretare in quanto bisogna unire il temperamento alla felicita ed allegria. I versi parlano di mare, di barche e di amori quasi mai di sofferenza e dolore ). Tipico della città di Càdiz.

-Finale-

Fin de fiesta por Bulerias. Tipico di tutti gli spettacoli di Flamenco, ogni artista, cantante musicista o ballerino, si esibisce in un piccolo ballo, che è sempre scherzoso e gioioso.

==================================================================

SPETTACOLO DI FUOCHI D'ARTIFICIO

A SEGUIRE, POCO PRIMA DI MEZZANOTTE, DAL BELVEDERE DI VIA RIMINI SI POTRA' AMMIRARE IL TRADIZIONALE SPETTACOLO DI FUOCHI D'ARTIFICIO, LANCIATI DAL PARCO MUSOLINO IN STRADA AL PO.

...l'Arte è spettacolo...Tra i più seducenti ve ne è uno millenario, legato al dominio dell'uomo sul fuoco. Una magia che rende visibile l'inesistente, ipnotizza gli animi e fa vibrare in una girandola di emozioni...
<<...riempiono le notti d'estate di scoppi di allegria...Lasciati contagiare dal loro fascino semplice, un pò romantico, antico quanto intramontabile. Guarda quella pioggia di stelle colorate stringendo la mano di chi ti è vicino. Lascia che la fantasia corra inseguendo quei bagliori che sfumano nella notte come inghiottiti da un mondo misterioso. Lascia che quelle esplosioni di felicità spicciola trasmettano la loro eco fin nel tuo profondo portandoti in una dimensione surreale, serena, rilassante. Lascia che quei fuochi ti accendano dentro un pò di felicità...>>

AL TERMINE DELLO SPETTACOLO PIROTECNICO, IN LARGO RISORGIMENTO, GRANDE SPAGHETTATA OFFERTA DALLA PRO LOCO.
DOMENICA 22 LUGLIO

SPETTACOLO DEL GRUPPO FOLK DI CASTROVILLARI

Il Gruppo Folklorico Città di Castrovillari è stato fondato nel 1929 dal compianto Aldo Schettini, che ne è stato il primo direttore.

Con il passare degli anni e delle generazioni, il gruppo è andato affermandosi in Europa, partecipando ai più importanti festival del folklore tra i quali ricordiamo: Portugalete (SPAGNA) , Gannat e Biarritz (FRANCIA) , Zakopane (POLONIA) , Vkodna (SLOVACCHIA) .

L'originalità dei costumi, ricchi di colore e ricami, le danze ed il ritmo brioso delle musiche hanno portato il gruppo anche oltre Oceano. Nel 1986 si è recato in MESSICO in occasione dei mondiali di calcio, nel 1992 e 1994 in Argentina, nel 1997 in Giappone, partecipando alla Fiera campionaria dei prodotti tipici calabresi, tenutasi a Nagayata.

Nel 1998 è ritornato in Argentina, dove migliaia sono i residenti di origine calabrese che hanno potuto riavvicinarsi alla loro terra madre, grazie al Gruppo che ha riproposto con orgoglio le tradizioni popolari gelosamente custodite oltre che nel cuore anche nell'arte.

LUNEDI' 23 LUGLIO
GINETTO PRANDI AND FRIENDS

Dialogo musicale tra le canzoni di Ginetto Prandi e la musica etno-funky-jazz dei Pappazum

Se è ormai tradizione l'appuntamento con il nostro chansonnier cittadino, negli ultimi anni Ginetto Prandi, vuole offrire ai suoi estimatori una serata ricca di proposte, per attraversare diversi generi musicali e creare originali situazioni di intrattenimento.
Quest'anno la proposta è quella di un dialogo musicale tra il trio composto da Ginetto Prandi al piano, Ezio Ardrizzi al basso e Rodolfo Minetti alla batteria ed il coinvolgente gruppo dei Pappazum.

I Pappazzùm nascono a Torino nel gennaio del 2006 dall'incontro di
sette musicisti con esperienze artistiche diverse: alcuni provengono
dal panorama jazzistico torinese, altri dal teatro di strada e dalla
musica comica.
In poco più di un anno di vita hanno avuto modo di farsi apprezzare in
alcuni importanti festival di musica e teatro di strada italiani e
internazionali (Colmar, Ferrara, Sauze d'Oulx), hanno suonato al World
Music Festival di Oron, con Riccardo Tesi e Trilok Gurtu, hanno
animato la Notte bianca di Villa Paganini, a Roma. Sono reduci dal
Festi'neuch di Neuchatel, in Svizzera (Iggy Pop, Asian Dub Foundation,
Gotan Project).
Nello scorso gennaio hanno partecipato all'inaugurazione del Teatro
Sociale di Valenza.
La natura istrionica dei singoli musicisti e la comune attitudine
all'improvvisazione costituiscono la cifra stilistica dei Pappazzùm,
gruppo che mescola con disinvoltura musica, danza, numeri comici e
atmosfere anni '70.
Composto prevalentemente da pezzi originali, il repertorio della banda
spazia dalle sonorità etniche al jazz, senza disdegnare suggestioni
funky e latine, dando luogo ad un'originale commistione di stili e
generi diversi.
La possibilità di esibirsi liberamente ed ovunque senza vincoli di
amplificazione rendono il progetto adatto a qualsiasi tipo di
situazione: non solo festival, rassegne e club, quindi, ma anche
animazioni, parate, feste private e teatri.
Sassofoni, clarinetti e percussioni, vengono sfruttati non solo dal
punto di vista sonoro, ma anche sotto il profilo scenico e teatrale.
Un immaginario surreale, stralunato, ironico.

I nomi dei componenti del gruppo:
Alberto Agliotti - sax tenore
Gipo Di Napoli – percussioni
Paolo Murgia - sax alto
Ernesto Massimo Rossi - sax alto
Federico Salemi - sax alto
Davide Tilotta – clarinetto
Renato Vola - sax baritono

MARTEDI' 24 LUGLIO
SERATA GIOVANI “PER YLENIA”


Ritorna il concerto per ricordare Ylenia Beneventi, serata benefica in ricordo della solista dei Lady Marmalade morta in un incidente stradale.
Uno spettacolo che vede impegnati tre gruppi “storici” della musica del nostro territorio. Oltre ai LADY MARMALADE, si esibiranno gli AJANTA e i MADISON.

I “Lady Marmalade” sono un gruppo musicale di Alessandria di 6 elementi (Chitarra, basso, tastiere, batteria e due voci maschile e femminile) con un repertorio dance proponente le calde e coinvolgenti atmosfere della "Disco" Anni '70 (Areetha Franklin, Tina Turner, James Brown, Chic, Earth Wind & Fire, Village People, K.C. & the Sunshine Band, Bee Gees ecc...).
L’abbigliamento è rigorosamente ispirato agli anni ’70 e lo spettacolo è tanto coinvolgente che trovarsi a ballare sui tavolini del locale non è affatto un’eccezione.
Hanno suonato nei migliori locali della provincia e non come il “Deux Chevaux” di Tagliolo, “Discoteca De Niro” di Casale M., “Ripa 90” di Milano, “Chi cerca trova” di Alfiano Natta, “Incontro” di Acqui Terme, “Oktagon” di Molare,
Il loro sito internet è www.ladymarmalade.it dove sono disponibili foto, recensioni, calendario dei concerti e presto anche registrazioni audio, oltre ad un guestbook aperto a tutti per ogni commento.

GLI AJANTA nascono nel 1990 sotto un altro nome e diversa conformazione. Cominciano ad esibirsi nelle feste di piazza, concorsi musicali e serate a scopo benefico.
Nel 1994 suonano all’apertura dei concerti di Sergio Caputo e successivamente di Ricki Portera (chitarrista e compositore di alcuni pezzi degli Stadio e di Vasco Rossi,
Nello stesso anno e nel 1995 partecipano alla prima e seconda edizione di Alessandria Wave.
Hanno collaborato in alcuni eventi per Amnesty International,serate benefiche, anche a favore degli alluvionati ad Alessandria nell’alluvione del ’94 e da alcuni anni organizzano insieme ad altri gruppi una grande serata “Live” nell’Alessandrino, in cui l’intero ricavato viene devoluto al Piccolo Cottolengo Don Orione di Tortona.
Con la loro simpatia contagiosa e la voglia di divertirsi e divertire,
le esibizioni, si susseguono nei locali live della provincia e non solo (Novara, Pavia, Bergamo, Rovigo, Genova, Torino, Cuneo, Parma).
I numerosi concerti portano la band ad avere uno svariato repertorio che va da Vasco, Ligabue, Battisti, Blues Brothers alla dance 70 - 80, fino ad accarezzare pezzi degli U2, Simple Minds,Blink 182 e Queen, senza dimenticare alcuni degl’ ultimi successi. Si può visitare il sito www.ajanta.it.
Il gruppo inoltre sta lavorando alla realizzazione di pezzi propri.
Dopo alcune trasformazioni,l’attuale band è formata da:
Renato Rizza - voce
Andrea Nicola - basso e cori
Massimo Traversa – chitarra elettrica
Matteo Spalla - tastiere
Biagio Pizzolato - batteria e cori

I MADISON vennero anche definiti “I Beatles della Lomellina” anche se erano in sei, due in più dell'originale formazione inglese. Nati nel 1962 con la vocazione per le musiche dei repertori anni Sessanta e Settanta, furoreggiarono in tutte le balere della Lomellina e del Monferrato. Alcuni poi smisero di suonare, altri diedero vita a nuovi gruppi musicali. Ma nel 1995 tornarono insieme, prima quasi per scommessa, poi, ritrovato l'affiatamento di un tempo, riprendendo il percorso interrotto, con emozioni ancora più intense.
Protagonisti saranno la “voce” storica e fondatore del gruppo Luciano Ometti, con lui Fabrizio Tinghi alla chitarra di accompagnamento, Paolo Foderà al basso, Giancarlo Resani alle percussioni ed Enzo Fiaccadori alle tastiere.
I MADION proporranno i migliori brani del loro repertorio, dai “lenti” al rock and roll, dallo twist allo shake. Cavalli di battaglia del gruppo sempreverde saranno i motivi dei Nomadi, di Lucio Battisti, dei New Trolls, ma anche di Renato Zero e Claudio Baglioni.

MERCOLEDI' 25 LUGLIO
SERATA DA BALLO CON L'ORCHESTRA
“LAURA E SOGNANDO CALIFORNIA”


Nel giorno in cui si festeggia il santo patrono di Valenza, una serata di musica da ballo, tra liscio e canzoni tradizionali, proposti da una grande orchestra, molto conosciuta ed apprezzata nelle sale da ballo e nelle feste della nostra zona.
Per l'occasione in Piazza XXXI Martiri verrà allestito un palchetto per il ballo.




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.