Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

05/06/2007
Carabinieri sventano colpo alle poste in provincia di Alessandria.

Un semplice tamponamento. Questo incidente, provocato intenzionalmente, avrebbe dato il via a quello che doveva essere il sequestro lampo della direttrice dell'ufficio postale di San Sebastiano Curone (Alessandria) che è stato sventato dai carabinieri del Comando provinciale di Torino. I militari hanno arrestato 4 persone, fra i quali Daniele Celestino Lattanzio, 53 anni, ergastolano in semilibertà e in permesso soprannominato il 're delle evasioni' e ritenuto il capo della banda.

Con lui sono stati finiti in manette il fratello Davide di 54 anni e Guido Palmisano, 52 anni entrambi pregiudicati (Palmisano era stato arrestato nel settembre dell'89 perché considerato membro della cosiddetta 'Banda del bazooka'). Bloccata anche una donna, Paola Clotilde Grossi, 42 anni, postina dipendente dell'ufficio la cui direttrice era la vittima del tentativo di sequestro e che, secondo le accuse, sarebbe stata la basista del gruppo.

L'indagine è nata un paio di mesi fa quando i carabinieri della compagnia di Moncalieri hanno cominciato a svolgere accertamenti a carico di Palmisano per un presunto tentativo di estorsione. Da qui sono però emersi elementi che hanno portato i militari a indirizzarsi su un altro tipo di indagine. Dalle intercettazioni i militari sono riusciti a scoprire che Palmisano era in contatto con Daniele Lattanzio, detenuto nel carcere di Vicenza in semilibertà.

"Conversazioni sintetiche e allusive - spiega il procuratore aggiunto Maurizio Laudi, a capo della Dda della Procura torinese - dalle quali si capiva che il gruppo stava progettando colpi di un certo spessore in Veneto e in Piemonte". A questo punto gli investigatori hanno intensificato i controlli, mettendo sotto intercettazione anche numerose cabine telefoniche che il gruppo usava per contatti che credeva sicuri.

"Abbiamo capito -prosegue Laudi- che l'obiettivo era il sequestro della direttrice dell'ufficio postale di un piccolo paese vicino a Tortona e che il gruppo, in particolare i tre uomini, avrebbero creato ad arte un incidente stradale sul percorso collinare che la vittima faceva tutte le mattine da casa all'ufficio".

Il blitz è quindi scattato all'alba di ieri mattina quando i tre uomini sono usciti di casa, secondo le accuse, per andare a mettere in atto il sequestro. Un sequestro lampo, secondo gli investigatori, come spiega il comandante del reparto operativo, il tenente colonnello Nicola Fozzi. "L'avrebbero fermata tra le 7 e le 7.30 - dice- urtando la sua auto e poi, probabilmente dopo essere saliti a bordo con lei, si sarebbero fatti accompagnare al suo ufficio postale costringendola ad aprire la cassaforte per poi fuggire. Bottino ipotizzato dai 20 mila euro in su".

Ign






Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.