Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

20/04/2007
Commissioni interbancarie, riduzioni delle commissioni interbancarie.

In arrivo ulteriori riduzioni delle commissioni interbancarie per i servizi di incasso, pagamento Bancomat. Lo ha deciso l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato che precisa: si tratta di una riduzione dell'entità di 5 commissioni interbancarie che devono diminuire tra valori che oscillano, come minimo, tra l'11% per il prelievo bancomat da sportelli di altre banche, e il 64% per il Rid veloce. L'Autorità ha così accettato e reso obbligatori gli impegni presentati da ABI e Co.Ge.Ban a seguito dell'istruttoria per possibili intese restrittive della concorrenza.

Secondo l'Antitrust il provvedimenti porterà alla riduzione dei costi interbancari derivanti dalla procedura si risolvano prevalentemente, se non in tutto, in una riduzione del prezzo finale ai consumatori per il prelievo bancomat e alle imprese per i servizi Ri.Ba e RID, come è giusto in un mercato basato sulla correttezza dell'offerta commerciale. L'Autorità confida inoltre che le imprese che fanno largo uso dei servizi di incasso in esame, come quelle che si avvalgono del servizio di domiciliazione delle bollette, trasferiscano ai consumatori finali tali riduzioni dei prezzi bancari.

L'Autorità, lo scorso 29 marzo, aveva aperto il procedimento per accertare l'esistenza di violazioni della normativa antitrust, consistenti nella fissazione collettiva a livello associativo del valore massimo delle commissioni interbancarie che governano l'offerta dei servizi per il prelievo di contanti con il Bancomat presso sportelli di altre banche e per i servizi di pagamento RID (Rapporti Interbancari Diretti) e Ri.Ba (Ricevuta Bancaria Elettronica). Nella riunione del 23 novembre 2006 l'Autorità aveva disposto la pubblicazione degli impegni allora presentati da ABI e Co.Ge.Ban, permettendo ai terzi interessati di esprimere le loro osservazioni entro 30 giorni. Ad esito di tale procedura di consultazione, ABI e Co.Ge.Ban hanno presentato, il 26 febbraio 2007, nuovi impegni, che riducono ulteriormente i valori delle commissioni interbancarie.

A seguito della prima versione degli impegni, hanno già eliminato la commissione per il servizio 'Ri.Ba. con tramite", accorpato le commissioni 'RID utenze' e 'RID commerciale' in una unica commissione e hanno ridotto i valori di quelle restanti.
Tali minori valori conseguono l'applicazione di una nuova metodologia di calcolo che, rispetto al passato, prevede da subito l'orientamento ai soli costi diretti attraverso, tra l'altro, l'esclusione della voce dei "costi indiretti" e della voce del "mark up" (margine di profitto), oltre all'inclusione di risparmi di costo derivanti da innovazioni di processo.
Il 26 febbraio 2007, le parti si sono impegnate anche a fissare dei valori minimi, inferiori a quelli vigenti a gennaio, per i futuri nuovi valori delle commissioni, che verranno calcolati dal luglio 2007 ad esito di nuove rilevazioni di costi effettuate su campioni di banche più rappresentativi di quelli attuali.

Ogni due anni verrà verificata la possibilità di ridurre ulteriormente le commissioni alla luce di eventuali riduzioni di costo, fermo restando come tetto massimo il valore della precedente rilevazione.





Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.