Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

19/04/2007
Alessandria, tunisino sfrattato irrompe nell'ufficio del sindaco.

Un tunisino con moglie e il figlio neonato è stato sfrattato dall'alloggio che da anni abitava in Via Dante al n.43. Non pagava l'affitto da qualche mese ma la ragione era che aveva perso il lavoro. I ragazzi della "rete sociale per la casa" hanno preso a cuore la faccenda e si sono opposti, stamane, alla esecuzione dello sfratto. Per impedire l'azione dell'Uffiviale Giudiziario hanno rovesciato alcuni cassonetti davanti all'abitazione e poi si sono recati a Palazzo Rosso occupando l'ufficio del Sindaco.
Più tardi l'intervento della Polizia e quindi il rinvio della procedura al 4 maggio con la speranza in qualche chiarimento. Intanto, da Palazzo Rosso, è stato diramato il seguente comunicato che riportiamo integralmente:

"Relativamente all'introduzione nel suo Ufficio da parte di un gruppo di rappresentanti della "Rete sociale per la casa" avvenuta questa mattina, il Sindaco stigmatizza e condanna con grande forza il metodo utilizzato da questi ultimi.
Il caso, rappresentato dalla "Rete", dell'emergenza abitativa di una famiglia residente in città e sottoposta a sfratto per morosità, già noto all'Amministrazione Comunale, ritenuto di debolezza sociale, prima che economica, e considerato non alla pari di altri, in cui i soggetti bisognosi di una casa hanno dimostrato buona volontà nell'ovviare alla propria situazione, sarà analizzato nel contesto di tutte le altre emergenze, nel rispetto della graduatoria esistente.

Una riposta alla famiglia interessata sarebbe comunque stata data, indipendentemente dall'occupazione, considerata anche la presenza di un bambino e che l'Amministrazione ha il compito di tenere in considerazione tutti i casi sociali, nonostante i comportamenti di chi li rappresenta.

Il Sindaco ha chiesto agli organi competenti di tutelare l'Istituzione della quale è alla guida e la stessa Casa Comunale, casa di tutti i cittadini e pertanto non occupabile da alcuno in alcun modo.
L'appello alla vigilanza da parte delle Forze dell'Ordine è ancora più giustificato dal fatto che i rappresentanti della "Rete sociale per la casa" questa mattina hanno rovesciato numerosi cassonetti in via Dante prima di irrompere a Palazzo Rosso, e che successivamente, arrogandosi il diritto di dare un ultimatum, hanno minacciato di incendiarli e di compiere altre azioni violente qualora il Comune non pervenga a breve ad una soluzione per la famiglia in questione.




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.