Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

17/04/2007
Valenza, questa sera al Teatro Sociale si racconta la vita di Galilei.

Va in scena al Teatro Sociale di Valenza l'ultimo spettacolo previsto in cartellone per questa stagione 2007: si tratta di "Vita di Galileo" di Bertolt Brecht, interpretato da Franco Branciaroli e con la regia di Antonio Calenda.
Prodotto dal Teatro Stabile del Friuli-Venezia Giulia e dal Teatro de Gli Incamminati, "Vita di Galileo" è considerato uno dei capolavori di Bertolt Brecht, mirabile per la sua universalità e capace di rappresentare un protagonista allo stesso tempo geniale e molto umano.
La vicenda sviluppa i cardini principali che ruotano attorno all'uomo, al senso di responsabilità, alla ricerca e all'etica di un uomo diviso tra la scienza e il potere religioso-politico. Galileo diventa l'emblema di un uomo mai arreso, costretto all'abiura dall'Inquisizione, ma mai sconfitto. E Brecht ne fa un simbolo delle inquietudini ma anche della grandezza dell'uomo novecentesco, non un eroe da agiografia ma piuttosto un personaggio teatrale la cui grandezza confina con l'ambiguità e la doppiezza.
Vita di Galileo percorre la parabola del grande scienziato pisano dal tempo dell'insegnamento a Padova agli ultimi anni vissuti forzatamente in ritiro a Firenze, sotto la severa sorveglianza della Santa Inquisizione. Un'esistenza densa di entusiasmi, affermazioni, sconfitte, intuizioni.

E FrancoBranciaroli è un magnifico Galileo, con una profondità e uno spessore notevoli: Branciaroli-Galileo è ribelle, aggressivo, nevrotico, ironico, prestante, egoista, profittatore, imbroglione prima di trasformarsi sotto i nostri occhi in un vecchio cieco che non rinuncia però ai suoi studi e che, di nascosto, trascrive i propri testi, altrimenti destinati alla distruzione, nascondendoli nel mappamondo per poi consegnarli ad Andrea Sarti che si rifugerà nella libera Olanda, dove verranno pubblicati.
Il regista Antonio Calenda, che di Brecht ha già messo in scena molte opere - tra cui La Madre con Pupella Maggio e una notevole Madre Coraggio con Piera degli esposti - firma uno spettacolo compatto e di notevole forza espressiva, che si situa figurativamente e concettualmente nel Novecento per i segni teatrali prescelti (gli altoparlanti, la scena semplice e luminosa, le luci espressioniste).

Franco Branciaroli è affiancato sul palco da Lello Abate, Giancarlo Cortesi, Daniele Griggio, GiorgioLanza e Lucia Ragni. Le scene sono di Pier Paolo Bisleri, i costumi di Elena Mannini, le musiche sono di Germano Mazzocchetti, le luci di Gigi Saccomandi.

Spettacolo superbo dunque, che chiude una stagione in cui il Teatro Sociale di Valenza ha ritrovato tutto il suo splendore e la sua verve artistica. Resta solo il "fuori cartellone" MARTEDI' 8 MAGGIO con il concerto dell'ENSEMBLE BAROCCO dell'Orchestra Nazionale della Rai, eccellente chiusura di questa prima stagione gestita dall'A.T.A. Srl.




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.