Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

21/02/2007
Prodi si dimetta, governo caduto.

Non passa al Senato la mozione del centrosinistra sulla politica estera. I sì sono stati 158, i no 136, gli astenuti 24. Al Senato le astensioni hanno il valore di un no.
In precedenza Calderoli (Lega) aveva annunciato che la CdL ritirava la propria mozione. Sì, invece, a larghissima maggioranza per la mozione del senatore a vita Andreotti.
"D'Alema aveva detto che con un voto contrario sulla politica estera il governo non ci sarebbe stato più.
Il governo Prodi non c'è più, è caduto in quest'aula come gli avevamo promesso mesi or sono", afferma Schifani (Fi). E Castelli (Lega): "Se D'Alema è un uomo d'onore come credo che sia, deve recarsi immediatamente al Quirinale a rassegnare le proprie dimissioni. E dopo di lui anche Prodi". Matteoli (An): Prodi, senza maggioranza in politica estera,"si rechi sul Colle". Cesa (Udc): "Prodi rassegni le dimissioni".

Prodi è a Palazzo Chigi. Probabilmente il presidente del Consiglio farà il punto della situazione dopo che il governo è stato sconfitto al Senato sulla politica estera. Prodi sta incontrando vari ministri e, in particolare, Parisi, titolare della Difesa.

L'opposizione chiede le dimissioni del governo. Il centrodestra chiede che Prodi salga da Napolitano al Quirinale per illustrargli la sconfitta subita al Senato e rassegnare le dimissioni nelle mani del presidente della Repubblica.
Il Prc e il Pdci sono convinti che il governo deve andare avanti. Giordano,leader Prc,dice: "Deciderà Napolitano ma per noi il governo Prodi deve continuare a vivere. Ci sono tutte le condizioni per proseguire".

E assicura: "Il governo ha incondizionata fiducia e sostegno del Prc". D'Accordo Diliberto,leader Pdci: "E' necessario rinsaldare la coalizione. Criminale sarebbe riconsegnare il Paese alle destre o procedere verso larghe intese. Serve un dibattito parlamentare e un rinnovato voto di fiducia per andare avanti".

Per valutare gli sviluppi della situazione politica, dopo la bocciatura al Senato della risoluzione sulla politica estera del governo, nel centrodestra si susseguono una serie di incontri. Il presidente di An Fini è stato per circa un'ora a colloquio con il presidente di Fi Berlusconi a Palazzo Grazioli.
Presenti anche gli azzurri Letta, Bonaiuti, Bondi e Schifani, i leghisti Calderoli e Maroni e Rotondi (Dc Autonomie). Il segretario dell'Udc Cesa ha convocato d'urgenza l'ufficio politico del partito.






Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.