Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

20/02/2007
Domenica ecologica del 25 febbraio.

"La giornata del 25 febbraio è un'iniziativa che, oltre a dare benefici pratici - la nostra aria si ripulirà almeno per un giorno - ha un valore simbolico, perché invita a farci pensare che, con qualche sacrificio, possiamo vincere la battaglia contro l'inquinamento e guadagnarci in salute" .
Con queste parole la presidente Mercedes Bresso, assieme all'assessore all'Ambiente, Nicola de Ruggiero, illustra significato e modalità di svolgimento della domenica ecologica del 25 febbraio, uno dei punti dell'accordo firmato a Roma lo scorso 7 febbraio dalle Regioni Piemonte, Lombardia, Valle d'Aosta, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna e dalle Province autonome di Bolzano e Trento.

"Ogni giorno l'inquinamento da polveri sottili mette duramente a repentaglio la nostra salute - osserva la presidente - Per questo abbiamo adottato una politica comune: vogliamo intervenire con misure strutturali contro l'inquinamento e rientrare così nei parametri dell'UE, tesi a tutelare la salute.
La notizia positiva degli ultimi giorni è in Piemonte i livelli di inquinamento assoluti si sono leggermente abbassati: dai dati verificati negli ultimi 40 giorni, e confrontati con quelli degli anni precedenti, risulta che, pur in una situazione climatica assolutamente sfavorevole, dopo una giornata di pioggia o di forte vento - condizioni che abbassano notevolmente i valori medi delle polveri sottili - questi ultimi tornano ad essere mediamente alti non dopo due o tre giorni, come avveniva, ma dopo circa quindici.
Questo dimostra che i nostri provvedimenti strutturali sono serviti e ci dà buoni motivi per sperare di migliore rientrare nei parametri europei".

"Voglio dire a tutti i piemontesi - conclude Bresso - di approfittare di questa domenica per sfruttare al massimo i mezzi pubblici.
Un giorno in meno ogni settimana di utilizzo dell'auto serve a ridurre i livelli di inquinamento del venti per cento circa.
Ci stiamo muovendo su tutti i fronti. Stiamo lavorando anche sul riscaldamento, i cui ultimi provvedimenti sono stati approvati l'11 gennaio scorso dal Consiglio regionale, ed energia pulita: i nostri fondi strutturali dedicano ben il 26% alle energie rinnovabili. A questo impegno va aggiunto quello del Governo nazionale, rivolto in particolare a riscaldamento ed energia elettrica".

La Regione e le Province hanno definito in maniera condivisa le modalità per il blocco della circolazione: "Nonostante la nostra legge non obblighi di fatto i Comuni ad aderire all'iniziativa - dice de Ruggiero - anche perché abbiamo capito che le misure coercitive non sono utili, c'è stata comunque una larghissima adesione. Le uniche eccezioni sono costituite da Novara, che seguendo il modello della Lombardia fermerà le auto dalle 8 alle 20 escludendo dal blocco gli Euro 4, e da Vercelli, perché alcuni Comuni non hanno aderito convinti di non essere abbastanza inquinati.
Il che non è vero, perché non esiste centro nella Pianura padana che non stia sotto i livelli dell'Unione Europea".





Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.