Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

23/01/2007
Alessandria, a Palazzo Ghilini con l’assessore regionale.

“Arrivare a progetti condivisi sulla programmazione e la produzione teatrale, insieme ad una rete territoriale che coinvolga i teatri presenti in Provincia di Alessandria”.
E’ la sintesi espressa dall’assessore alla Cultura della Provincia di Alessandria, Maria Rita Rossa che, con il presidente della Provincia, Paolo Filippi, ha coordinato l’incontro con le amministrazioni comunali e teatrali di Alessandria, Casale, Tortona, Novi, Ovada, Valenza e Acqui alla presenza dell’assessore regionale alla Cultura, Giovanni Oliva.

“Si tratta, dopo l’approvazione del protocollo d’intesa fra la Provincia, l’ATA e la Regione per la creazione di un centro di produzione gestito dall’azienda teatrale alessandrina – hanno detto al termine dell’incontro il presidente Filippi e l’assessore Rossa – di dar vita ad un tavolo di confronto e di coordinamento per definire un progetto culturale di alto profilo per lo svolgimento dell’attività di programmazione e di produzione dei teatri civici presenti sul nostro territorio, nell’intento di accentuare la promozione dell’offerta teatrale che, recuperando le identità locali, intensifichi il legame con il territorio.

D’altronde, con la presenza di una azienda teatrale come l’ATA di Alessandria che, con il rinnovato Teatro Sociale di Valenza ha attivato una scelta di rete, e di altre realtà storiche teatrali come quelle di Casale, Tortona, Novi, Ovada e Acqui esiste la concreta possibilità di attuare una politica culturale che permetta di utilizzare pienamente tutte le risorse disponibili.
In tale contesto – ha specificato l’assessore Maria Rita Rossa – si colloca il progetto di polo produttivo teatrale, che non è un ‘teatro stabile due’ come ha rimarcato l’assessore Oliva riferendosi a quanto scritto recentemente, bensì la valorizzazione di compagnie che, sul territorio provinciale, sono in grado di produrre spettacoli di qualità”.

Da parte dei presenti è emersa la disponibilità a proseguire sulle direttrici manifestate, concordando sulla proposta dell’Assessore Provinciale alla Cultura per una prima riunione di merito con i funzionari regionali nella prima decade di febbraio, “nel corso della quale – ha precisato Maria Rita Rossa – si delineerà la richiesta che ho presentato all’assessore Oliva, da lui stesso rilanciata, di attivare una cartellone di spettacoli (teatro, musica, danza) da assegnare gratuitamente ai teatri di Casale, Tortona, Novi, Ovada e Acqui con il nostro coordinamento”.




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.