Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

12/01/2007
Valenza, Natalino Balasso e Arturo Mirko Artuso al sociale.

“Libera nos”, adattamento teatrale del celebre romanzo di Luigi Meneghello “Libera nos a malo”, andrà in scena domenica 21 gennaio a Valenza al Teatro Sociale. Attori interpreti dell’applaudito spettacolo – scritto da Antonia Spaliviero, Gabriele Vacis e Marco Paolini, e prodotto da ITC2000 in collaborazione con Fondazione Teatro Stabile di Torino – sono Natalino Balasso e Mirko Artuso, la regia è di Gabriele Vacis.
Libera Nos nasce in forma di spettacolo teatrale nel 1990 con Marco Paolini e Mirko Artuso.

L’idea del riallestimento nasce dall’incontro nel 2003 tra lo scrittore vicentino Luigi Meneghello e l’attore veneto Natalino Balasso nell’ambito della seconda edizione di “Domande a Dio” a Torino, dove furono letti brani tratti dal suo libro “Libera Nos a malo” insieme a Gabriele Vacis.
L’accoglienza calorosa del pubblico e l’intesa dell’inedito cast, hanno fatto sì che prendesse corpo l’idea di riallestire uno spettacolo che fu molto amato da pubblico e critica, affidando a Natalino Balasso, in una sorta di passaggio del testimone, il ruolo che fu di Marco Paolini.

Libera Nos, cogliendo la fisicità e la poetica della parola meneghelliana, ripercorre attraverso il dialetto vicentino, ma anche con la raffinatezza della lingua italiana scritta, il lieve e terribile tempo in quel paese della vita che è l’infanzia. Al centro della storia la crescita di un gruppo di bambini nell’Italia rurale del dopoguerra con le gioie e i drammi che accompagnano la vita di ognuno.

I personaggi sono tre amici: Cicana, il capobanda, interpretato da Mirko Artuso; Loba, uno della banda, seguace di Cicana, interpretato da Natalino Balasso; e Gigi, l’autore, che conduce il racconto della storia, interpretato anch’esso da Natalino Balasso.

“Nella nuova versione dello spettacolo, sempre per la regia di Gabriele Vacis, ci siamo posti il problema di come giocare con le stesse parole 15 anni dopo.
Adattando ed ampliando la parte “comica” dello spettacolo, abbiamo insistito sulla parola che narra, rinunciando a quelle parti testuali che forse affascinavano più per il loro ermetismo che per l'effettivo valore estetico. Come un meccanismo a molla, il testo di Meneghello assumeva profondità nella parte “tragica” finale ogni volta che veniva alleggerito nella parte iniziale.
Insomma, prendevamo e spostavamo le parole, ma la forza dinamica della rappresentazione non mutava.
Questa è la cifra di Meneghello: la drammaticità della condizione umana raccontata col sorriso sulle labbra. […] Il fatto è che ‘Libera nos a malo’ parlava di noi prima che noi ci fossimo. Il testo di Meneghello è più giovane di noi.”




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.